Le cose non sono mai quello che sembrano ©. Clicca sull'immagine.

Le cose non sono mai quello che sembrano ©.           Clicca sull'immagine.
Il primo romanzo di Mancio M. Ruggiero

La Ripartenza in grande stile del Teatro Angioino in Mola ed il successo de "La Scure"


(Il Cast - Foto: Sabino Guardavaccaro)

Nonostante le tante date, grande successo di pubblico in tutte le serate, ma soprattutto una rappresentazione coinvolgente.


Prima di assistere allo spettacolo teatrale che ha, di fatto, riaperto il Teatro Angioino a Mola di Bari, avevo presentato il tutto in questa maniera:👇

Curioso di approfondire questa storia che vagamente conoscevo e che, soprattutto riguardava un caso di cronaca realmente avvenuto a Mola ed in un'epoca che, nonostante siano passati svariati decenni, possiamo definire contemporanea.
Ho anche riportato, nell'articolo citato, un ritaglio della Gazzetta del Mezzogiorno dell'epoca.

Gli anni '70, infatti io li ho vissuti, anche se da bambino e, per lunghi tratti della rappresentazione ho avuto la tendenza di cercare di connettermi con la realtà molese di quel periodo nella quale io c'ero e potevo comprendere.

La stessa Marisa Vasco, autrice del romanzo al quale si è ispirato il Regista Francesco Capotorto, ha riportato in auge quanto accaduto, proprio perchè ha vissuto in prima persona quel periodo e quelle notizie che allora erano l'attualità.
Nello specifico sembra che nessuno partecipò alla sua festa di compleanno, proprio per il fatto che in quel periodo tutti avessero paura di uscire di casa, vista la presenza di un assassino in paese.

Tornando alla rappresentazione, dobbiamo dire che lo spettacolo, nonostante il tema, è godibilissimo ed a tratti anche divertente, visto che si mischiano tutti gli aspetti della vita che sfociano in diversi generi teatrali, magistralmente assemblati.  
Anche allora come oggi c'è chi ha problemi di soldi, chi fa prestiti... "di professione" e chi subisce lo strozzino di turno.
Anche allora come oggi, talvolta appare l'irreparabile e si scova nelle vite di vittime, parenti, amici e clienti per cercare un movente, una prova, per condannare il colpevole.
Anche allora come oggi, parecchi delitti rimangono irrisolti.

Capita, quindi, come ormai saprete, che Cecilia, una donna divenuta usuraia arricchendosi prestando soldi a persone bisognose chiedendo in cambio interessi altissimi, venga un giorno trovata morta a casa sua, con la testa fracassata ed in un mare di sangue.
Nel frattempo, durante la prima parte dello spettacolo, abbiamo imparato a conoscerla, grazie alla magistrale interpretazione di Isabella Gaudiuso, ed abbiamo appreso la sua storia.

Ovviamente non è che lasci un vuoto incolmabile la sua dipartita, però tantissimi saranno i sospettati dell'omicidio.
Nella realtà l’assassino non è stato mai scoperto, nel romanzo e nella rappresentazione teatrale, però, troviamo una soluzione al mistero che può sembrare quella più plausibile.

Lo spettacolo scivola via velocemente e quando finisce lascia un pò di amaro in bocca, sia per le vicenda raccontata, ma anche per il fatto che si pensa si debba passare ancora un bel pò di tempo in teatro. 

Il cast ha risposto in maniera grandiosa e già era una chicca il fatto che recitassero insieme alcuni tra gli artisti di riferimento di diverse compagnie molesi.
Oltre a coloro che di solito si cimentano sul palcoscenico come appartenenti alla Compagnia Teatro d'Oggi, infatti, abbiamo trovato rappresentanze della Compagnia Teatramico, del Gruppo Teatrale Il Palcoscenico, dell'Associazione Le 7 Muse di Apollo ed  anche quella "Like a Jazz" riferendomi alla musica.


Attori:
Isabella Gaudiuso, Rino Giuliani, Margherita Gentile, Nicola Desilvio, Tonio Berardi, Anita Rizzi, Nunzio Dellerba, Vanna Moccia, Antonio Romano


Scene:
Francesca Francese;

Costumi:
Marilena Palattella;

Musiche originali:
M° Paolo Daniele;

Effetti Speciali:
Francesco Caragiulo;

Grafica:
Annamaria Carella;

Tecnico audio-luci:
Massimiliano Frangione.


Aiuto regia:
Dolores Mangiolino;


Regia:
Francesco Capotorto;


E' stato un progetto ambizioso, ma che ha contribuito a creare un gruppo di lavoro entusiasta nel quale il reciproco rispetto è stato il comune denominatore.
Si è trattato della ideazione, realizzazione, produzione, allestimento di un’opera che ha visto il debutto in prima assoluta, a teatro.

Chi lo ha visto è stato fortunato.
Dovessero esserci altre repliche in futuro, consiglio a tutti di non perderlo.

Commenti

IL LIBRO DI MANCIO !!!

IL LIBRO DI MANCIO !!!
Le cose non sono mai quello che sembrano ©

© Copyright 2013 Mancio Mario Ruggiero

ACQUISTA SU

- www.ilmiolibro.it

ACQUISTA ORA: CLICCA QUI!!!

- La Feltrinelli (librerie e/o sito)

- Cartolandia Mola

(Via S.Chiara, 5 - Mola di Bari)

- Francesco Basile Strumenti Musicali

(Via Matteotti, 14 - Taranto )

- Stores esterni (amazon,Apple, Kobo, ecc.)

(versione cartacea Isbn: 9788891066589

ebook Isbn: 9788891066824)

CLICCA "MI PIACE" sulla pagina:

Le cose non sono mai quello che sembrano

www.facebook.com/lecosenonsonomaiquellochesembrano

Puoi acquistare il libro anche dalla stessa pagina facebook:

Clicca QUI: Acquista ora !!!

Top 10 (gli articoli più letti di sempre)

MOLA: PESCHERECCIO SI INCAGLIA NEL PORTO PER VIA DELL'INSABBIAMENTO!