Le cose non sono mai quello che sembrano ©. Clicca sull'immagine.

Le cose non sono mai quello che sembrano ©.           Clicca sull'immagine.
Il primo romanzo di Mancio M. Ruggiero

Ottavi di Coppa Italia: Milan e Napoli fuori! Passano Juventus, Inter, Torino, Fiorentina, Roma, Cremonese, Atalanta e Lazio.

.


I Campioni d'Italia e la capolista eliminati da Toro e Cremonese.

Due grandissime sorprese, molte conferme.
Ecco come sono andate le gare degli Ottavi di finale di Coppa Italia:👇

--------------------------------------------------------------

🏆Inter - Parma 2-1 (1-1 ai tempi regolamentari) d.t.s.
Marcatori: 38' Juric, 88' Lautaro, 110' Acerbi

INTER (3-5-2): Onana; D’Ambrosio (81' Acerbi), De Vrij, Bastoni (66' Dimarco); Dumfries (67' Bellanova), Gagliardini, Asllani, Mkhitaryan (67' Dzeko), Gosens (81' Darmian); Lautaro, Correa (113' Skriniar). All.: Inzaghi.

PARMA (4-3-3): Buffon; Del Prato, Balogh, Osorio, Valenti (106' Circati); Estevez (74' Camara), Bernabè (81' Hainaut), Sohm (81' Mihaila); Bendyczak (74' Inglese), Vazquez, Man (26' Juric). All.: Pecchia.

Il pronostico viene, alla fine rispettato, ma si assiste ad una sfida equilibrata per larghi tratti, con un bel Parma che passa in vantaggio sul finire del primo tempo, anche meritatamente, con una conclusione dalla distanza di Juric, entrato a metà frazione per Man. 
I ducali potrebbero anche raddoppiare in più occasioni.
Nella seconda frazione l'Inter prova a recuperare, ma Capitan Gigi Buffon si erge protagonista e mette in evidenza la sua classe senza tempo, salvando i suoi e dirigendo bene la propria difesa.
L'1-1 arriva praticamente allo scadere: lancio lungo per il neo-entrato Dzeko, la difesa ospite allontana male, raccoglie Lautaro che calcia e trova la deviazione vincente di un difensore che mette fuori causa l'ex portiere della nazionale.
Si va così ai supplementari.
Bisogna aspettare il 110' quando su un cross da sinistra di Dimarco, Buffon respinge ancora, ma Acerbi trova la conclusione vincente con un pallonetto di testa da limite per il 2-1. 
Il Parma prova a reagire, ma è l'Inter a vincere la gara.

--------------------------------------------------------------

🏆Milan - Torino 0-1
Marcatori: 114' Adopo.

MILAN (3-5-2): Tatarusanu; Kalulu, Gabbia (77' Hernandez), Tomori; Saelemaekers (67' Leao), Vranckx (83' Bennacer ), Tonali, Pobega (77' Giroud ), Dest (111' Calabria ); Brahim Diaz (67' Messias), De Ketelaere.
All.: Pioli

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji , Schuurs, Buongiorno; Singo (111' Bayeye), Ricci (91' Adopo), Lukic, Rodriguez (81' Vojvoda); Miranchuk (90' Seck ), Vlasic (81' Linetty ); Sanabria (71' Zima).
All.: Juric .

Espulso: Djidji.
Ammoniti: Milinkovic-Savic, Linetty. 

Torino formazione tipo. 
Milan con un pò di turnover.
Sono i granata a partire meglio, ma i rossoneri prendono un palo e sembrano migliorare con il passare dei minuti.
I cambi nella ripresa sembrano portare la gara sulla sponda rossonera, anche perchè se Leao da velocità è Messias che rischia di essere decisivo.
Infatti prima sfiora l'1-0 e poi fa espellere Djidji.
Nonostante tutto si va a reti inviolate ai supplementari.
Le squadre si affrontano a viso aperto e ci sono diversi capovolgimenti di fronte
Su uno di questi Seck apre, Lukic lancia il neo entrato Bayeye, che supera Tomori e serve alla perfezione Adopo il quale segna il vantaggio del Torino.
Il Milan carica sfiora il pareggio con Calabria, ma è il Toro a passare il turno.

--------------------------------------------------------------

🏆Fiorentina-Sampdoria 1-0
Marcatori: 25' Barak

FIORENTINA (4-2-3-1): Gollini; Dodo, Martinez Quarta (71' Milenkovic), Ranieri, Terzic (82' Biraghi); Amrabat (76' Bonaventura), Duncan; Ikone, Barak (82' Castrovilli), Kouame; Jovic (72' Gonzalez). 
All.: Italiano.

SAMPDORIA (3-4-1-2): Contini; Murillo, Colley, Amione; Zanoli (64' Leris), Paoletti (64' Yepes), Rincon, Verre (46' Augello); Djuricic; Sabiri (77' Malagrida), Montevago (46' Lammers). 
All.: Stankovic.

E' la Samp a partire meglio ed a rendersi pericolosa, ma è la Viola a passare in vantaggio al 25' con Barak si catapulta su una respinta di Murillo e di prima intenzione batte Contini.
A quel punto i doriani cominciano a sparire dal campo e gli avversari cominciano a macinare gioco ed occasioni.
Al 93' Murillo lascia in 10 i blucerchiati e non c'è la forza di abbozzare un estremo tentativo per il pari.

--------------------------------------------------------------

🏆Roma-Genoa 1-0
Marcatori: 65' Dybala

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Mancini, Kumbulla, Ibanez; Zalewski (75'Celiok), Matic, Bove (62′ Cristante), El Shaarawy (62′ Spinazzola); Zaniolo (87′ Tahirovic), Pellegrini (46′ Dybala); Abraham. All.: Mourinho

GENOA (3-4-2-1) Martinez; Vogliacco, Bani, Dragusin; Sabelli, Sturaro (C) (64′ Frendrup), Badelj (64′ Strootman), Galdames (75′ Aramu), Czyborra (64′ Criscito); Yalcin, Coda (75′ Puscas). 
All.: Gilardino 

Dopo una fase di studio, al 20' comincia non dico proprio una gara di tiro a segno tra la Roma ed il portiere del Genoa, ma quasi.
Nella ripresa viene mandato in campo Paulo Dybala, ma è ancora ilo portiere Martinez i protagonista assoluto.
Al 64' arriva l'inevitabile proprio su iniziativa de "La Joya" che la difesa rossoblu non riesce a fermare.
Gol e passaggio del turno. 

--------------------------------------------------------------


🏆Napoli-Cremonese 2-2 (6-7 dopo i calci di rigore)
Marcatori: 18' Pickel, 33' Juan Jesus, 36' Simeone, 87' Afena-Gyan

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Bereszynski, Jesus, Ostigard (82' Kim), Olivera; Ndombele (102' Osimhen), Gaetano (65' Lobotka); Elmas (85' Zielinski), Raspadori (65' Anguissa), Zerbin (65' Politano); Simeone. All.: Spalletti.

CREMONESE (3-5-2): Carnesecchi; Hendry (82' Zanimacchia), Bianchetti, Vasquez; Quagliata (71' Valeri), Castagnetti (66' Buonaiuto), Pickel, Meite, Sernicola; Ciofani (66' Tsadjout), Okereke (66' Afena-Gyan). 
All.: Ballardini.

Sa di vera impresa quella della Cremonese al Maradona, 
Il Napoli fuori dalla Coppa Italia agli ottavi di finale era impensabile dopo la vittoria sulla Juventus.
Eppure, un pò di turnover e la grande prova dei grigiorossi porta la gara  ai calci di rigore dopo il 2-2 dei tempi regolamentari.
In realtà gli ospiti erano anche passati in vantaggio ed avevano sfiorato il raddoppio, ma un pò fortunosamente i partenopei avevano pareggiato e poi avevano ribaltato la situazione.
Al 90' il 2-2 che da vita all'impresa della Cremonese rimasta in 10 al minuto 100 che porta il Napoli fino ai calci di rigore.
I penalty sono quasi tutti perfetti e realizzati, il Napoli è condannato dall'errore di Lobotka.

--------------------------------------------------------------


🏆Atalanta-Spezia 5-2
Marcatori: 10' Lookman, 12' Lookman, 14' Ekdal, 27' Hateboer, 38' Verde, 74' Hojlund, 90' aut. Ampadu

ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Djimsiti, Scalvini (56' Toloi), Palomino; Hateboer (63' Zortea), Koopmeiners, Ederson (46' De Roon), Maehle; Boga (63' Muriel); Lookman, Zapata (63' Hojlund). 
All. Gasperini.

SPEZIA (3-5-2): Zovko; Nikolaou (62' Caldara), Kiwior, Hristov (74' Amian); Moutinho, Kovalenko (74' Maldini), Ekdal (62' Ampadu), Esposito, Holm (62' Ferrer); Verde, Nzola. 
All. Gotti.

Ancora una goleada dell'Atalanta. 
Grande protagonista Lookman che segna due gol in 12 minuti ed è decisivo anche nella rete del 3-1 firmata Hateboer, dopo che Ekdal che aveva dimezzato lo svantaggio. 
Da segnalare il ritorno al gol di Verde.
Al 74' Hojlund timbra anche il cartellino dei marcatori in una partita che vede anche un'autorete a tempo scaduto, quella di Ampadu.

--------------------------------------------------------------

🏆Lazio - Bologna 1-0
Marcatori: 33' Felipe Anderson (L).

LAZIO (4-3-3): Luis Maximiano; Lazzari (67' Marusic), Patric, Romagnoli (67' Casale), Hysaj; Milinkovic-Savic (81' Vecino), Cataldi (92' Marcos Antonio), Luis Alberto; Pedro (81' Romero), Felipe Anderson, Zaccagni.
All. Sarri.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Cambiaso, Soumaoro (46' Lucumì), Sosa, Lykogiannis; Schouten (46' Medel, 67' Pyythi), Moro; Orsolini (64' Zirkzee), Domingue, Aebischer (64' Soriano); Barrow.
All. Thiago Motta. 

La Lazio comanda le operazioni dall'inizio della gara, ma non è che si tratti di una partita a ritmi altissimi, di conseguenza qualche possibilità riesce a crearla anche il Bologna che però commette diversi errori.
Vincono, quindi i biancocelesti, ai quali basta un gol di Felipe Anderson a porta vuota, per accedere ai quarti di finale. 

--------------------------------------------------------------


🏆Juventus-Monza 2-1
Marcatori: 9′ Kean; 25′ Valoti (M); 78′ Chiesa

Juventus (3-5-1-1): Perin; Gatti, Rugani, Danilo; McKennie, Fagioli (74′ Di Maria), Paredes, Miretti (60′ Locatelli), Iling-Junior (74′ Alex Sandro); Soulé (60′ Chiesa), Kean (82′ Milik). A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Bremer, Barbieri, Kostic. 
Allenatore: Landucci (Allegri squalificato)

Monza (3-4-2-1): Cragno; Marlon, Pablo Marì, Carboni (57′ Carlos Augusto); Antov (82′ Sensi), Pessina (57' Rovella), Ranocchia, D’Alessandro (67′ Izzo); Colpani, Valoti (67′ Vignato); Gytkjaer. A disposizione: Lamanna, Sorrentino, Caldirola, Barberis, Petagna, Bondo, Ciurria, Machin, Colombo, Ferraris. 
Allenatore: Palladino

Va in campo la Juve dei giovanissimi capitanati, se così possiamo dire, da Nicolò Fagioli e va in vantaggio subito con Moise Kean.
Di testa, su calcio d'angolo, il pareggio del Monza meno di 20' dopo, con Valoti.
La partita è bella perchè anche il Monza fa una buonissima gara.
Senza stare a scomodare i centravanti che hanno fatto la storia, tipo Vialli, manca qualcosina alla Juve per essere decisiva.
Il cambio di passo, però si ha quando Landucci, in sostituzione di Max Allegri squalificato, manda in campo Di Maria, Milik e soprattutto Federico Chiesa che letteralmente imprendibile sigla un gol meraviglioso a giro che da la vittoria ai bianconeri.

Commenti

IL LIBRO DI MANCIO !!!

IL LIBRO DI MANCIO !!!
Le cose non sono mai quello che sembrano ©

© Copyright 2013 Mancio Mario Ruggiero

ACQUISTA SU

- www.ilmiolibro.it

ACQUISTA ORA: CLICCA QUI!!!

- La Feltrinelli (librerie e/o sito)

- Cartolandia Mola

(Via S.Chiara, 5 - Mola di Bari)

- Francesco Basile Strumenti Musicali

(Via Matteotti, 14 - Taranto )

- Stores esterni (amazon,Apple, Kobo, ecc.)

(versione cartacea Isbn: 9788891066589

ebook Isbn: 9788891066824)

CLICCA "MI PIACE" sulla pagina:

Le cose non sono mai quello che sembrano

www.facebook.com/lecosenonsonomaiquellochesembrano

Puoi acquistare il libro anche dalla stessa pagina facebook:

Clicca QUI: Acquista ora !!!

Top 10 (gli articoli più letti di sempre)

MOLA: PESCHERECCIO SI INCAGLIA NEL PORTO PER VIA DELL'INSABBIAMENTO!